General

Sudafrica: Zuma deve cadere

18 Aprile 2017

L’EFF si rivolge ai militanti e alla base elettorale del partito di Nelson Mandela invitandoli ad unirsi alla lotta

Mercoledì 12 aprile l’opposizione popolare contro il Presidente Jacob Zuma ha raggiunto il punto di non ritorno con lo sciopero nazionale che ha visto centinaia di migliaia di sudafricani manifestare nelle principali città sudafricane a favore dell’impeachment di Zuma, considerato dal 64% della popolazione un serio ostacolo per la pace e lo sviluppo economico della potenza continentale e unico membro africano dei BRICS.

I media occidentali hanno fatto circolare la notizia manipolata che a condurre la protesta sia stato il partito boero Alleanza Democratica – AD sorretto dalla classe imprenditoriale bianca sudafricana. Al contrario la manifestazione nazionale dello scorso 12 aprile rientra nella campagna ‘Zuma must fall’ ideata dal partito marxista di Julius Malema, Economic Freedom Fighters – EFF (Combattenti per la Libertà Economica). Le immagini diffuse sui media occidentali che ritraevano una moltitudine di persone inneggianti bandiere e slogan di AD contro Zuma non devono trarre in inganno. Il partito boero ha partecipato attivamente alla protesta organizzando le masse nei comuni e province sotto il suo controllo amministrativo.